fbpx

AFRICA TWIN: UN TUFFO NEL PASSATO PER COMPRENDERLA MEGLIO OGGI

AFRICA TWIN

UN TUFFO NEL PASSATO
PER COMPRENDERLA MEGLIO OGGI

Poche moto sono riuscite ad entrare nel cuore e nella mente degli appassionati come ha fatto l’Africa Twin.

Un mito, il simbolo stesso della voglia di avventura su due ruote, la moto in grado di incarnare alla perfezione il modo tutto Honda di fare le cose. 

Razionale, bella, curata ed affidabile. Il nome stesso rappresenta la sintesi per eccellenza di tutto ciò che questa moto doveva essere e soprattutto di ciò che è sempre stato.

Per capire fino in fondo il presente però, serve tuffarsi nel passato e nel caso di questo modello, di storia di cui parlare ce n’è tanta. Honda ha sempre scelto con cura i terreni in cui cimentarsi nello sport. Ha sempre voluto essere presente per vincere e non solo per figurare e negli anni 80’ c’era un solo posto in cui un costruttore poteva costruire la propria leggenda nell’ambito del fuoristrada e questo posto era l’Africa più pura della mitica Parigi-Dakar.

Una maratona nel deserto durissima, in grado di mettere alla prova i mezzi meccanici e soprattutto gli uomini. La gara delle gare per il mondo del fuoristrada, per gli uomini alla ricerca della vera avventura. Non c’erano navigatori gps, non c’erano cellulari. Era una vera prova del fuoco per tutti i partecipanti ed anche solo finire una Parigi -Dakar rappresentava una impresa. Ma Honda non voleva partecipare solo per finirla, perché la volontà era quella di vincerla. Possibilmente battendo i rivali dell’epoca, ovvero i tedeschi della BMW che con la loro G/S avevano dominato in lungo e largo.

Nacque così il progetto XLV 750 R, un’endurona stradale comoda, veloce e pronta a sfidare sul mercato i rivali di BMW. 

Era il 1983, quasi quarant’anni fa, ed appena un anno più tardi Honda tolse i veli alla NXR750, sviluppata direttamente dalla HRC, acronimo di Honda Racing Corporation.

Il reparto corse più potente al mondo, il luogo in cui hanno preso vita le prime NSR 500, la RC211V di Valentino Rossi, la Honda VTR SP-W nata per battere la Ducati in SBK, impresa riuscita ben due volte a Colin Edwards. L’impegno di HRC certificava insomma tutta la voglia di Honda di conquistare la Parigi-Dakar.

La NXR750 era una vera moto da gara, spinta da un bicilindrico V twin di 780 cc 4 valvole. Sulla bilancia denunciava un peso di appena 165 kg. Debuttò in gara alla Dakar nel 1986 e vinse subito, con in sella Cyril Neveu e Gilles Lalay. Impresa ripetuta l’anno successivo da Neveu, capace di portare la NXR al successo anche nel 1987. E proprio in quell’anno, per celebrare i successi conquistati nella grande classica, Honda svelò la XRV650 Africa Twin.

Lo fece a Parigi, in occasione di un Salone che in molti ricorderanno. 

Honda decise di portare lo spirito di quella meravigliosa moto che vinceva alla Dakar nelle concessionarie di tutto il mondo e lo fece regalando agli appassionati una moto destinata letteralmente a scrivere la storia. La Honda XRV650 sfoggiava orgogliosamente il logo della HRC sui fianchetti dell’abbondante carenatura ed adottava un serbatoio da 24 litri che invitava ad utilizzarla per lunghi viaggi. Il bicilindrico che la spinge adotta una V di 52° ed una distribuzione a tre valvole per cilindro, di cui due dedicate all’aspirazione ed una allo scarico. La potenza sfiora i 50 cv ed il peso non supera i 200 kg in ordine di marcia, rendendo gustosa l’esperienza di guida sia su strada che in fuoristrada.

La moto diventa subito un grande successo di mercato. La colorazione così ‘ufficiale’ ricorda la provenienza Racing del progetto. I produttori di accessori after market iniziarono a sbizzarrirsi, perché in tanti acquistavano l’Africa Twin dal concessionario per poi trasformarla e renderla quanto più Dakariana fosse possibile. Ci mise poco ad imporsi sul mercato, che in quel periodo era particolarmente florido in tutto il mondo per le enduro stradali dal sapore adventure.

Honda decise di investire ulteriormente nel progetto, e la XRV fu migliorata dopo il primo step nel 1988, denominata la versione RD03.

La prima versione restò in produzione fino al 1990, per essere poi sostituita con la RD04. Gli appassionati adoravano l’anima della moto, ma chiedevano più potenza ed Honda decise di accogliere le richieste provenienti da tutto il mondo.

La Honda Africa Twin del 1990 portò il motore alla cilindrata di 742 cc, con un aumento della potenza di circa 5 cv e soprattutto una schiena più consistente ai medi. Il carattere della prima versione era intatto, ma tutti i pregi furono esaltati. La carenatura era più abbondante, la moto iniziò ad ammiccare sempre di più al turismo più che al fuoristrada puro, ma l’anima della moto era lì, palpabile e presente in ogni singolo cm di una moto magnifica.

Nel 1993 arrivò infine la RD07, una ulteriore evoluzione che pur rappresentando un cambio radicale dal punto di vista tecnico, riusciva a mantenere quel family feeling instaurato con il primo modello.

La nuova Africa Twin adottava un telaio rivisto per curare meglio la distribuzione dei pesi, alcune rifiniture importanti al propulsore e sospensioni con maggiore escursione. Un upgrade precursore di quello definitivo del 1996, con un ultimo restyling per un modello che poi arrivò alla fine della propria carriera nel 2002.

Questo è il primo pezzo di storia della Africa Twin e guardandosi oggi alle spalle si può comprendere quanto in realtà sia importante per capire cosa rappresenta oggi la nuova Africa Twin. 

Una moto che ha raccolto una eredità pesantissima e che dal 2015 sta scrivendo una nuova parte di una storia meravigliosa, a della quale approfondiremo tutti i particolari nella seconda parte di questo racconto dedicato a questo mito mai tramontato.

Our Services

Worpress

Lorem ipsum dolor amet consectetur adipiscing elit. Nunc mi dui placerat eu faucibus vel, efficitur quis magna. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada.

Read More

Web Design

Lorem ipsum dolor amet consectetur adipiscing elit. Nunc mi dui placerat eu faucibus vel, efficitur quis magna. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada.

Read More

Ecommerce

Lorem ipsum dolor amet consectetur adipiscing elit. Nunc mi dui placerat eu faucibus vel, efficitur quis magna. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada.

Brand Now

SEO

Lorem ipsum dolor amet consectetur adipiscing elit. Nunc mi dui placerat eu faucibus vel, efficitur quis magna. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada.

Read More

Our Team

zahera

Zahera

(HR)

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean vel tempor sem. Vestibulum suscipit faucibus sem ut porta. Integer ut justo euismod, auctor turpis et

Alex

Alex

(CEO)

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean vel tempor sem. Vestibulum suscipit faucibus sem ut porta. Integer ut justo euismod, auctor turpis et

Alex

Sara

(CCO)

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean vel tempor sem. Vestibulum suscipit faucibus sem ut porta. Integer ut justo euismod, auctor turpis et

Mark

Mark

(Manager)

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean vel tempor sem. Vestibulum suscipit faucibus sem ut porta. Integer ut justo euismod, auctor turpis et

Testimonials

  • Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam, eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit,
    Safira
    (Quia, CEO)
  • At vero eos et accusamus et iusto odio dignissimos ducimus qui blanditiis praesentium voluptatum deleniti atque corrupti quos dolores et quas molestias excepturi sint occaecati cupiditate non provident, similique sunt in culpa qui officia deserunt mollitia animi, id est laborum et dolorum fuga.
    Alana
    (Wirate, PA)
  • Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur.
    Sara
    (Yahoo, Manager)

Our Partners